Dimagrire: l’importanza della motivazione

Metabolismo e Coronavirus
15 giugno 2020
Dimagrire: l’importanza dei giusti obbiettivi
17 luglio 2020
Mostra tutti

Dimagrire: l’importanza della motivazione

Con questo articolo inizia una mini-serie dedicata al dimagrimento, argomento fondamentale per chi si occupa di Metabolismo.

 

MOTIVAZIONE

L’importanza di dimagrire è di solito evidente, per chi ne ha bisogno. Le persone che mi consultano e sono in sovrappeso mi dicono che vogliono assolutamente dimagrire e molto spesso aggiungono: “così non sto bene”, oppure “non posso vedermi così”.

Dunque, le motivazioni che portano alla decisione di voler dimagrire in genere sono legate allo star bene e al vedersi bene: benessere ed estetica. Vedersi bene significa ridurre o eliminare il disagio di vedere il proprio corpo che si deforma e che non vuole saperne di tornare com’era prima. Sono ottime motivazioni e io le rispetto, anche quando si tratta di persone (in genere donne) che non sono in sovrappeso – se si considera il peso rapportato all’altezza (BMI) – ma che comunque vedono il peso crescere e il corpo deformarsi, in genere per accumulo di adipe sull’addome o sui fianchi e per una diminuzione della tonicità generale.

 

NON SOLO ESTETICA

Dopo aver visitato queste persone spesso emergono altri motivi, di tipo medico, che rendono il dimagrimento necessario e urgente: la presenza di diabete o prediabete, la presenza di ipertensione, un pregresso infarto di cuore o una pregressa applicazione di stent coronarici, un profilo di grassi nel sangue alterato, mal di schiena (magari con ernie discali associate), dolore ad articolazioni varie, affanno per sforzi moderati ecc.

Una forte motivazione è essenziale per riuscire a dimagrire. Infatti, il dimagrimento è un processo che richiede impegno sia da parte del paziente che dello staff medico, e questo impegno deve svilupparsi per un arco temporale di una certa durata, variabile a seconda dei casi, ma mai troppo breve. Per capirsi, seguire un programma di dimagrimento per soli 1-2 mesi, anche impegnandosi a fondo, per poi tornare allo stile di vita precedente significa solo buttar via tempo, soldi e soprattutto una preziosa opportunità.

Sapere che dimagrire ha effetti benefici su tanti problemi di salute aumenterebbe la motivazione e di conseguenza le probabilità di successo.

 

CONCLUSIONI

Dunque, per ricapitolare, la motivazione è fondamentale e il compito mio e dello staff del Centro Medico per il Metabolismo è, nell’ordine:

  1. Accertare che ci sia una buona motivazione;
  2. Rafforzare la motivazione spiegando quanto e perché dimagrire è importante, al di là della stessa percezione del paziente;
  3. Identificare e illustrare il programma più adatto alla persona, insieme alle eventuali soluzioni alternative fra le quali poter scegliere;
  4. Mantenere la motivazione con un lavoro continuo ad ogni incontro con il paziente;
  5. Spiegare che il dimagrimento può essere difficile (i miei pazienti vengono in genere da fallimenti seriali) ma anche che è sempre possibile ed anzi che è praticamente certo a patto di realizzare una collaborazione efficiente fra il medico e il paziente. Detto diversamente, non posso far dimagrire nessuno che non sia disposto a collaborare e quindi a seguire il programma e le mie indicazioni, ovviamente per come è possibile.

 

La perfezione non esiste e per fortuna non è indispensabile; l’impegno è invece assolutamente necessario.

Continuate a seguire il Blog e la Pagina Facebook del Centro Medico per il Metabolismo per restare aggiornati su tutte le novità: nei prossimi giorni pubblicheremo anche la seconda parte dell’articolo!

Leave a Reply