Movimento e Metabolismo

controllo peso corporeo
Controllo del Peso Corporeo
17 Maggio 2017
sedentarietà
La sedentarietà
20 Giugno 2017
Mostra tutti

Movimento e Metabolismo

movimento

Premessa

Molti dei miei pazienti confessano di essere sedentari, di muoversi poco e di essere pigri. Alcuni, o meglio alcune, sembrano addirittura vantarsi di questa dichiarata pigrizia. A loro dedico questo articolo, per fare chiarezza e, spero, per motivarle ad essere meno pigre.

Movimento e Metabolismo

Il movimento fa parte della vita normale; ci muoviamo per spostarci da una stanza all’altra, per salire una rampa di scale, per pulire ed ordinare la casa, per andare al lavoro o per svolgere il nostro lavoro, per fare la spesa quotidiana o per lo shopping.

Il movimento costituisce una quota significativa del consumo di energia; in genere ciascuno di noi spende almeno alcune centinaia di calorie per muoversi, con grandi differenze da una persona all’altra. Aumentare questa quota della spesa energetica è potenzialmente molto utile nel bilancio energetico complessivo.

Esempio: una donna con consumo a riposo (metabolismo basale) di circa 1400 calorie e consumo abituale da movimento di circa 400 calorie al giorno, avrà un consumo complessivo di circa 2000 calorie (consumo basale + consumo da movimento + 10% per digestione e assimilazione dei cibi). Se questa donna volesse dimagrire 2 kg al mese dovrebbe ingerire PER UN LUNGO PERIODO circa 1300-1400 calorie, un compito difficile (e triste).

Poiché è abbastanza facile aumentare il consumo da movimento e attività fisica (per attività fisica si intende un movimento ripetuto a lungo come fare una camminata o andare in bicicletta) di 300-400 calorie al giorno, la donna di cui sopra può dimagrire ingerendo fino a 1800 calorie al giorno, un’impresa molto più facile e meno stressante.

Come si può aumentare il movimento?

Andando al lavoro a piedi invece che in macchina, se fattibile, parcheggiando l’auto non proprio sotto casa, facendo le scale invece che usare l’ascensore, prendendo l’abitudine di una bella camminata tutte le volte che è possibile… e in altri mille modi.

Ho accennato all’attività fisica; certo è una modalità molto appropriata per aumentare il proprio bilancio energetico, ma molte persone hanno problemi a dedicarle il tempo sufficiente. Dedicherò all’attività fisica una newsletter a parte, ma voglio ora soffermarmi su un tipo particolare di attività fisica, facile da inserire nella routine giornaliera.

Si tratta di “snack” di attività fisica, da associare ai pasti: anche solo 5-10 minuti di cammino o cyclette o tapis roulant subito prima, ma meglio subito dopo, colazione e/o pranzo e/o cena sono molto efficaci sia per aumentare il consumo calorico, ma anche, secondo studi recenti, per influenzare favorevolmente il metabolismo dei grassi e degli zuccheri (non male vero?).

Il beneficio si realizza anche se gli “snack” di attività sono effettuati a bassa intensità, in scioltezza. Nella mia esperienza si tratta di una modalità che tutti riescono in qualche modo a realizzare e regala benessere fisico e psicologico per la soddisfazione di aver realizzato un importante obiettivo senza troppo sacrificio.

Provare per credere.

Leave a Reply